Asilo Nido – dai 3 mesi ai 3 anni

Il nostro nido è un servizio educativo che risponde ai bisogni dei bambini dai 3 mesi ai 3 anni,

favorendone un equilibrato sviluppo psico-fisico. Nei primi tre anni di vita avvengono numerose conquiste e lo sviluppo è estremamente differenziato e variabile da bambino a bambino. Le grosse conquiste di questi anni fanno riferimento allo sviluppo sociale e affettivo, all’acquisizione di competenze relative alla comunicazione, alla motricità, alla esplorazione e alla conoscenza senso percettiva.

Le esperienze che il bambino vive al nido, fanno riferimento all’istaurarsi di relazioni significative a livello affettivo tra bambino e adulti e tra bambino e coetanei, al gioco e alla comunicazione verbale e non verbale.

Allo scopo di fare proposte adeguate allo sviluppo psico-fisico delle diverse fasce d’età, i bambini che frequentano il nido vengono divisi in 3 gruppi:

  • PICCOLI
  • MEDI
  • GRANDI

La Bottega dei Talenti assicura un ambiente che stimoli i processi evolutivi e conoscitivi dei bambini operando in un rapporto costante con la famiglia e proponendo una struttura che possieda i requisiti ottimali sia dal punto di vista architettonico che educativo in base alla fascia di età dei bambini.

La programmazione delle attività ludiche ed educative tiene conto dei bisogni del bambino e fornisce occasioni adeguate alle potenzialità di apprendimento, di esplorazione, di conoscenza, di affettività e socializzazione, valorizzando l’identità personale di ognuno. L’asilo concorre all’educazione armonica e integrale dei bambini nel rispetto e nella valorizzazione dei ritmi evolutivi, delle capacità, delle differenze e dell’identità di ciascuno, nell’ottica della multiculturalità, nonché della responsabilità educativa delle famiglie.

Aree di intervento

Le Aree di intervento sono “i diversi ambiti del fare e dell’agire del bambino e quindi i settori specifici di competenza” che offrono a tutti i bambini un percorso formativo ricco e approfondito capace di farli procedere verso livelli sempre più significativi di conoscenza e sicurezza di sé, di autonomia e socialità, di saperi e saper fare. La struttura didattica è organizzata per Unità di Apprendimento, ognuna delle quali ha obiettivi formativi e campi d’esperienza affini all’età di riferimento di ciascuna sezione.
Le nostre attività didattiche prevedono la sperimentazione di diversi materiali artistici (tempere, colori a dito, gessetti, acquerelli, creta, argilla, carta pesta ecc.) e di materiali di recupero (scatole, stoffe, bottiglie, tappi ecc.) per arrivare alla produzione di prodotti individuali e prodotti di gruppo che vengono esposti o consegnati alle famiglie. La verifica dei processi di sviluppo e di apprendimento avverrà attraverso l’osservazione sistematica dei bambini e l’utilizzo periodico di schede appositamente predisposte per la rilevazione delle abilità raggiunte e dei comportamenti appresi.

Tutte le nostre attività avranno come primaria finalità il raggiungimento dell’autonomia del bambino: un lungo e delicato cammino in cui saranno investite il massimo delle abilità, delle energie e competenze di tutto il gruppo educativo.

 

L’inserimento
L’inserimento all’asilo nido rappresenta un’esperienza importante e delicata nella vita del bambino e di tutti coloro che ne sono protagonisti: il bambino, i genitori e gli educatori.
In particolare, per il bambino, significa entrare a far parte di un nuovo sistema sociale allargato, in grado di favorire veri e propri processi di sviluppo e cambiamento, sia per sé stesso che per la propria famiglia.
La nostra struttura, prima dell’inserimento del bambino, prevede un colloquio conoscitivo ed indispensabile tra i genitori ed il coordinatore finalizzato alla stesura di un quaderno dell’inserimento.
In questo modo viene garantito il passaggio di informazioni sulle abitudini ed il vissuto del bambino al fine di instaurare un rapporto di conoscenza e di fiducia reciproca.
La durata dell’inserimento può variare a seconda delle esigenze e dei bisogni del singolo bambino. Indicativamente sono previste circa due settimane, durante le quali si prevede un graduale aumento della permanenza del bambino in struttura e, di conseguenza, il graduale allontanamento della figura di riferimento.

Le routines e la strutturazione della giornata
Le routines al nido hanno una importantissima funzione cognitiva ed affettiva:
– aiutano il bambino a ricordare ed organizzare la giornata;
– consentono al bambino di prevedere gli eventi e la loro successione, aumentando il senso di sicurezza
personale e fiducia nell’ambiente e negli educatori.

 

Raccomandiamo:

– di portare cambio completo
– di non portare merende e cibi in generale
– di evitare di far portare a scuola giochi o oggetti personali, salvo diverse disposizioni  dell’educatore;
– di indossare copri-scarpe prima di entrare in sezione;
– di fare indossare ai propri figli abiti comodi e idonei alle attività scolastiche (tutine possibilmente facili da togliere e da mettere da parte dei bambini);
– di lasciare gli armadietti dei bimbi in ordine utilizzandoli solo per ciò che è strettamente necessario.