Laboratori Arte

PROGRAMMAZIONE ARTE NIDO

Di Ilaria Ferruzzi

Bottega dei Talenti 2016/2017

Dall’ Arte all’ Orto

L’arte è osservare, toccare, manipolare e pensare non in modo concreto ad un materiale come ad esempio un bastoncino ma vederlo sotto molti aspetti non solo come quello che è veramente, i bambini in questo sono degli esperti perché attraverso la loro fantasia riescono a vedere in qualunque oggetto tutto ciò che vogliono.
Ed proprio ciò che andremo a scoprire quest’anno con i piccoli talenti, che diventeranno veri e propri “Artisti della Natura” come gli artisti della Land Art o Art Nature, entrambi considerate le più importanti correnti artistiche legate alla natura. L’arte naturale consiste nel “saper vedere” in certi oggetti naturali quali pietre, pezzi di radici o di rami curiosamente formati o attorcigliati, dei simboli di nostri attuali stati d’animo, nostri e di quello del mondo a cui apparteniamo. Osserveremo, manipoleremo e realizzeremo opere d’arte con qualunque cosa la natura ci regalerà durante il susseguirsi delle stagioni, prenderemo visione e toccheremo con mano colori naturali creati dai bambini con  piante diverse, utilizzando vari supporti per la pittura. Anche gli elementi meteorologici saranno motivo di osservazione e rielaborazione; le giornate di nebbia, di pioggia o di vento diventeranno ulteriori occasioni di ricerca coi bambini sulla natura. Condurremo anche attività con materiali di riciclo, (bottiglie in plastica, rotoli di cartone, vasetti in plastica, scatoline di cartone o di plastica, tubi, stoffa, gomitoli di lana ecc…) proprio per sensibilizzare i bambini al rispetto dell’ambiente in cui viviamo trasmettendo ad ognuno di loro il valore di ogni singolo materiale che ogni giorno consideriamo spazzatura e invece non lo è, in quanto tutto possiede una seconda vita.Tutto sarà documentato attraverso foto, video e lavori realizzati dai bambini che a fine anno saranno consegnati ai genitori.

Il progetto Orto Lumaca nasce nel 2013, con l’idea di creare un giardino a misura di bambino.
Avvicinare i bambini all’orto-giardino è il primo passo per lo sviluppo di un’educazione ambientale concreta.
Nel rispettare l’ambiente, c’è il rispetto del prossimo, perché solo attraverso il rispetto la terra ci regalerà quello di cui abbiamo bisogno, un rispetto che si basa sulla quotidianità, sul prendersi cura, sul saper aspettare il giorno e la notte e l’alternanza delle stagioni. L’orto/giardino si propone l’obiettivo di avvicinare i bambini alla conoscenza della natura, alle attività di contatto della terra e della coltivazione delle piante.
L’esperienza diretta consentirà al bambino di:

  • prendere confidenza con i prodotti dell’orto e provare soddisfazione nel vedere il frutto, diventare alimento in cucina;
  • imparare il ciclo della vita, osservando la trasformazione della natura, ovvero attraverso i cambiamenti nella crescita e nello sviluppo delle piante, i bambini recepiscono più in fretta i percorsi del processo evolutivo della vita;
  • acquisire autostima e fiducia nelle proprie capacità, favorendo il conseguimento di risultati concreti, rinforzando la capacità di attendere con pazienza, provando il piacere di far crescere piante e fiori.
  • oltre a ciò toccheremo anche i vari aspetti dell’educazione come:
  • l’educazione alimentare, creazione del prodotto che verrà poi consumato dai bambini;
  • l’educazione sensoriale, conoscere il sapore di ciò che produrranno
  • l’educazione ambientale, sperimentare il principio della raccolta organica.

____________________________________________________________________________________________

PROGRAMMAZIONE ARTE  NIDO

Di Elena Mosciarello

Bottega dei Talenti 2015/2016

 

Le attività manuali, creative ed espressive non sono solo azioni pratiche, sono anche azioni mentali che permettono di progredire e crescere. Il laboratorio di arte è una  “palestra estetica”, finalizzata a stimolare i sensi, ad allenare gli occhi a vedere, le orecchie a sentire, le mani a toccare. L’ARTE favorisce l’esplorazione dei diversi mezzi espressivi, lo sviluppo delle capacità manipolative, percettive, visive; valorizza le esigenze espressive di ciascun bambino, rafforzando la fantasia, l’immaginazione, la creatività, controllo e gestione dei moti affettivi ed emotivi.

Tali attività permettono il rafforzamento delle abilità sensoriali, percettive, motorie, linguistiche e intellettive, che impegnano il bambino nelle prime forme di riorganizzazione dell’esperienza e di esplorazione e ricostruzione della realtà

 

Nei laboratori che vengono proposti, sono spesso utilizzati lavori di artisti come ispirazioni e per familiarizzare i bambini a questo specifico mezzo espressivo.

I bambini sono invitati a un ruolo attivo nel processo di creazione e trasformazione, utilizzando  vari materiali dalla carta, alla plastica, al legno, alla stoffa, all’argilla-Progetti e percorsi specifici sono concordati con le educatrici e in funzione delle diverse esigenze (età degli alunni, dimensione del gruppo, numero e durata degli incontri, spazio a disposizione, obiettivi da raggiungere).

 


 

PROGRAMMAZIONE ARTE SCUOLA DELL’INFANZIA “Il MIO HABITAT”

di Elena Mosciarello

Bottega dei Talenti 2015/2016 

 

 

Durante il nostro percorso artistico ci faremo ispirare dai luoghi che ci circondano da cui siamo stati particolarmente colpiti. L’atmosfera di una stanza, i colori brillanti di un tramonto, la magnificenza di alcuni palazzi, i verdi prati, sono luoghi  rimasti nella nostra mente, così da accompagnarci per tutta la vita e noi in atelier andremo a riprodurli con le diverse tecniche e materiali, così da scoprire un pezzettino di più di noi stessi per poi condividerlo con i nostri amici ed amiche.  Grandi artisti come Van Gogh, Gris, Klee, Hokusai, Davis ecc., ci accompagneranno con le loro opere andando a conoscere i loro luoghi preferiti con cui hanno riempito musei di tutto il mondo.

I piccoli artisti faranno vedere quello che non è possibile scorgere ad occhi nudi, come “artista nuovo”, capace di manifestare le emozioni, i propri sentimenti, stravolgendo la figura: non si parla più di bellezza oggettiva  ma soggettiva.

Con l’aiuto dei cinque sensi andremo a creare opere di materiali di diversa consistenza e superfici, che permettono di aiutare a capire le proprie emozioni.

Capire come siamo e come ci sentiamo è di notevole importanza per una maturazione dell’identità attraverso lo sviluppo degli atteggiamenti di sicurezza, stima di sé e fiducia nelle proprie capacità.

 


 

 

Progetto didattico anno 2014/2015

Scuola dell’Infanzia “Bottega dei Talenti”
“Alla scoperta del Corpo Umano”
ARTE

Come siamo fatti, quello che percepiamo,  sentiamo e manifestiamo con le emozioni è possibile renderlo visibile attraverso la conoscenza del nostro corpo.
Il percorso artistico ci aiuterà a capire come, mediante le opere dei maggiori artisti contemporanei e del passato, viene e veniva percepito il corpo.
Nell’arte si passa da un’ideale di bellezza del corpo perfetto, nel periodo classico, fino ad arrivare ad una trasformazione di questo perché l’artista vuole far vedere quello che non è possibile scorgere ad occhi nudi. Solo tramite la percezione e le sensazioni, infatti, “l’artista nuovo”, nelle sue opere manifesta le emozioni, i propri sentimenti, stravolgendo la figura: non si parla più di bellezza oggettiva  ma soggettiva.

I bambini andranno a conoscere il corpo, con l’aiuto di opere degli artisti  classici, fino ad arrivare a Michelangelo e Raffaello, ma con un contributo di Hescher, Magritte o Dalì  che mettono in evidenza alcune parti del corpo stesso, vedendoli da un altro punto di vista e in un altro contesto.
Si seguirà poi a spezzettare, a scomporre questo corpo per poi ricomporlo con il supporto degli artisti come Boccioni, Picasso, Gris, Braque.
Il lavoro sarà eseguito con collage, la fotografia, la scultura dell’argilla, la pittura, creando opere uniche dove in ognuna ci sarà la personalità di ogni piccolo artista.
Si affronteranno le emozioni, come vengono percepite, associando ad ognuno un colore: si osserveranno opere di Warhol.
Il nostro corpo si trasformerà in opera, decorandolo e  dipingendolo, e utilizzando i sensi per  percepire come ci sentiamo.
Con l’aiuto dei cinque sensi andremo a creare opere di materiali di diversa consistenza e superfici, che permettono di aiutare a capire le proprie emozioni.

Capire come siamo e come ci sentiamo è di notevole importanza per una maturazione dell’identità attraverso lo sviluppo degli atteggiamenti di sicurezza, stima di sé e fiducia nelle proprie capacità.
Permette di conquistare l’autonomia per poi compiere scelte autonome in contesti relazionali e normativi, sviluppando delle competenze attraverso il rafforzamento delle abilità sensoriali, percettive, motorie, linguistiche e intellettive.

 


 

Attività d’arte 2012/2013

A cura di Elena Mosciarello

Il colore, fin dai tempi più antichi, è stato lo strumento espressivo più conosciuto e diffuso fra tutte le civiltà. Nel corso della storia il senso del colore si è sviluppato con l’evolversi della civiltà con l’ampliarsi di scambi e conoscenza sui materiali, leganti, terre e tecniche pittoriche.
Durante l’anno scolastico 2012/2013, i bambini sia delle sezioni nido che infanzia, prenderanno visione e toccheranno con mano colori naturali creati da loro stessi con minerali e piante utilizzando vari supporti per la pittura.
Questo comporterà una conoscenza della morfologia del nostro territorio, andando a scoprire luoghi incantevoli che ci circondano, oltre alla biologia delle piante, visto a secondo delle stagioni che si alternano, avremo a disposizione piante diverse, utili ai nostri scopi pittorici.
Le attività verranno svolte basandoci su vari periodi storici facendo così una storia del colore e della figura umana che viene raffigurata sin dalla Preistoria con i graffiti nelle caverne ritrovate in Francia e in Spagna eseguite con pigmenti minerali frantumati e mescolati a grasso vegetale ad arrivare alla Pop Art creavano figure utilizzando cartapesta.